Percussionando Insieme: l'energia primordiale delle percussioni

Il Corso autorizzato è dal Ministero dell'Istruzione con decreto n. 6471 dell'11.07.2006 ed ha il patrocinio dell'I.R.R.E. (Istituto Regionale di Ricerca Educativa) del Lazio

Docenti: Donato Di Donato - Davide Vaccari

PROGRAMMA DI LAVORO:

dal "Ritmo" alla "Teoria Musicale":

Accenni teorici… si, ma molta, moltissima pratica. Attraverso una serie di giochi ed esercizi ritmici graduali che prevedono l'utilizzo della "body percussion", degli "ostinati a strati", della "polifonia ritmica" e dello "Strumentario didattico", le maestre corsiste apprenderanno le basi della teoria musicale in forma "esperenziale" e deduttiva, (dal fare al sapere) ma soprattutto in forma facile e divertente.

Tecnica di base degli strumenti a percussione:

Esercitazioni pratiche sui principali strumenti a percussione per acquisire una tecnica esecutiva di base (mani e bacchette)
Conoscenza ed esperienza delle caratteristiche timbriche e delle possibilità sonoro-espressive degli strumenti a percussione che compongono lo strumentario didattico.

Uso didattico degli strumenti a percussione:

Attività esecutive, improvvisative, compositive: giochi, percorsi, progetti per sviluppare negli alunni, il piacere del far musica, sfruttando altresì l'energia "primordiale" delle Percussioni e la loro capacità di coinvolgimento fisico ed emotivo.
La musica d'insieme come socializzazione ed inserimento del singolo nel gruppo-orchestra: creazione di una orchestra ritmica di classe.
Esecuzione di alcuni brani tratti dalle tradizioni extra-europee (Africa, Asia, Sud-America) scelti fra quelli utilizzabili in ambito scolastico, tenendo conto delle capacità tecniche dei nostri alunni.

"Suoniamoci su":

Utilizzo dello strumentario didattico ORFF per realizzare sonorizzazioni ritmiche di basi musicali pre-registrate, creando così una vera e propria "Orchestra Ritmico-Sinfonica" con la quale si eseguiranno alcuni fra i più famosi brani della musica classica lirica e sinfonica (ad es. l'Aida di Verdi, la Primavera di Vivaldi, la Marcia Turca di Mozart, la 5^ di Beethoven, ecc…)
Analisi della struttura-musicale dei brani sonorizzati e del perché utilizzare questo o quello strumento ritmico nella sonorizzazione.

Il Teatro del Ritmo

Esempi strutturati di microteatro musicale per giocare con la musica, utilizzando voce, suoni del corpo, strumenti a percussione e oggetti di uso quotidiano. Suono, movimento, spazi e materiali disegnano la scena di un gioco globale, un gioco estetico e creativo che insegue la teatralità della musica, che costruisce situazioni in cui il ritmo – assunto a principale protagonista – sia rappresentato, reso visibile,sia capace di dar forma a quadri astratti o di raccontare storie.

Calendario degli incontri

Lunedi 25 giugno 2007 - ore 9.00/13.00
Martedi 26 giugno 2007 - ore 9.00/13.00
Mercoledi 27 giugno 2007 - ore 9.00/13.00
Giovedi 28 giugno 2007 - ore 9.00/13.00
Lunedi 02 luglio 2007 - ore 9.00/13.00

Destinatari:

Docenti scuola Primaria;
Docenti scuola dell'Infanzia
Operatori Musicali esterni alla Scuola.